Musical duels Atto III: CHIARA FESTA - GABRIELE LANINI

24mar17:3019:00Musical duels Atto III: CHIARA FESTA - GABRIELE LANINI17:30 - 19:00 Auditorium Museo Piaggio, Viale R. Piaggio, 7

Dettagli evento

24 MARZO DOMENICA

Ore 17.30 – Auditorium Museo Piaggio

MUSICAL DUELS – ATTO III
Bando Per Chi Crea SIAE

TUSCAN GUITAR DUO

CHIARA FESTA, chitarra
GABRIELE LANINI, chitarra

presenta:
Marco Gallenga, musicologo

Programma

Luigi Legnani versus Niccolò Paganini
Nicolò Paganini, Sonate 33 e 37
Gabriele Lanini, chitarra

J. K. Mertz, “An Malvina”
L. Legnani, Capricci n° 9 e n° 15
Chiara Festa, chitarra

Il tremolo
Agustin Barrios Mangoré, Sueno en la floresta
Gabriele Lanini, chitarra

A. Barrios, Una Limosna por el amor de Dios
Chiara Festa, chitarra

Andrés Sevogia versus Augustin Barrios
Alexandre Tansman, Cavatina
Gabriele Lanini, chitarra

A. Barrios, La Catedral
Chiara Festa, chitarra

 

TUSCAN GUITAR DUO
Promettenti talenti della loro generazione, Gabriele Lanini e Chiara Festa tengono regolarmente concerti in stagioni concertistiche in Italia e all’estero, ottenendo sempre il consenso del pubblico e della critica. Dal 2015 il duo ha ottenuto riconoscimenti internazionali in vari concorsi, come il secondo premio al “LIGITA International Competition” (Liechtenstein), uno dei concorsi per duo di chitarre più prestigiosi al mondo, il primo premio assoluto nella “Selezione Internazionale giovani concertisti della Valle Ossola”, al concorso “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio, al concorso nazionale “Ansaldi” di Mondovì, al concorso “Andres Segovia” di Pescara; il secondo premio al “Braga international competition” (Portogallo), il terzo premio al concorso internazionale “Mercatali” di Gorizia, ed è arrivato in finale, aggiudicandosi il terzo premio, al concorso di musica da camera generale “Massimiliano Antonelli” di Latina, dov’era l’unica formazione con chitarra partecipante. Il Tuscan Guitar Duo è una delle rare formazioni chitarristiche a presentare al pubblico l’esecuzione integrale delle Variazioni Goldberg di J. S. Bach: l’opera, oltre ad essere costantemente presente nei loro programmi di sala, è stata da loro incisa e pubblicata per l’etichetta discografica Da Vinci Publishing. Il sodalizio artistico tra i due musicisti si è formato nel 2014, durante il percorso di studi sotto la guida del M° Giampaolo Bandini, che li ha portati a laurearsi con 110 e lode all’Istituto di alta formazione musicale “L. Boccherini” di Lucca. Sia come solisti che in veste di duo, hanno frequentato masterclass con musicisti di fama mondiale, non esclusivamente appartenenti al mondo della chitarra, tra cui il Trio di Parma (Enrico Bronzi, Alberto Miodini, Ivan Rabaglia) Pierpaolo Maurizzi, David Russell, Zoran Dukic, Oscar Ghiglia, Duo Melis, Marcin Dylla. Dal 2015 al 2019 hanno frequentato i corsi di alto perfezionamento presso la Segovia Guitar Academy di Pordenone col M° Paolo Pegoraro, e nel 2019 sono stati ammessi al Master di secondo livello in musica da camera al Conservatorio Arrigo Boito di Parma, concludendo il percorso, sotto la guida dei Maestri del Trio di Parma e del M° Maurizzi, con 110 lode e menzione speciale. Il duo suona su due chitarre costruite appositamente per loro dal Maestro liutaio inglese Philip Woodfield.

MARCO GALLENGA
Fiorentino classe 1981, inizia lo studio del violino alle scuole medie musicali sotto la guida del M° Marco Papeschi, per proseguire al Conservatorio Cherubini con il M° Roberto Michelucci. Consegue nel 2005 la laurea triennale in Disciplina delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Firenze con tesi in Musica per Cinema, nel 2016 consegue la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo, percorso musicologia e beni musicali, sempre presso l’Università degli Studi di Firenze con la votazione di 110/110 e lode, con tesi dal titolo LA COLONNA MUSICA DI MARIO CASTELNUOVO-TEDESCO PER AND THEN THERE WERE NONE DI RENÉ CLAIR. Nel 2020 presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze consegue la laurea triennale di I livello in Didattica della Musica per strumento (VIOLINO) con tesi: TRA SEGNO E SUONO: TRE ATTIVITÀ DIDATTICHE. Partecipa al workshop internazionale sulla ricerca in musica nel biennio 2017/2018 promosso dal Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze, il Conservatorio “Giuseppe Verdi“ di Milano e l’Orpheus Institute di Ghent (Belgio), con il progetto L’improvvisazione nella didattica per violino. Dal 2016 collabora con l’Orchestra Regionale della Toscana in qualità di didatta e musicologo per la formazione nel progetto Invito alla musica rivolto ai licei e istituti superiori dell’area fiorentina. Dal 2015 insegna violino presso scuole musicali e associazioni dell’area fiorentina. Dal 2020 è collaboratore del comitato scientifico presso il Centro Studi Luigi Boccherini di Lucca, in veste di musicologo, didatta e catalogatore. Dal 2020 collabora con il Centro Studi Giacomo Puccini in qualità di catalogatore. In qualità di violinista collabora in progetti e formazioni musicali sia in ambito rock/blues che di musica classica. Dal 2021 è selezionato per il XXXVII ciclo di dottorato in Musicologia presso l’Università degli Studi di Firenze, con progetto di ricerca dal titolo “La diffusione della musica strumentale italiana nella Spagna del XVIII secolo: i casi di Luigi Boccherini e Gaetano Brunetti”.

Mostra tutta la descrizione

Quando

(Domenica) 17:30 - 19:00

Dove

Auditorium Museo Piaggio

Viale R. Piaggio, 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere